Skip to content Skip to footer

Autore

Al-Ghazālī

Abu Hamid Muhammad Ibn Muhammad al-Tusi al-Ghazali (1057-1111), semplicemente detto al-Ghazali, nasce in una famiglia di giuristi e si forma presso maestri sufi e teologi ashariti (ortodossi). Nominato professore all’Università di Baghdad, interrompe l’insegnamento per dedicarsi alla meditazione e alla vita ascetica, viaggiando nelle più importanti città mediorientali. Nella storia del pensiero islamico segna un punto di frattura con la tradizione precedente, per il tentativo di ristabilire le prerogative della verità rivelata sulla filosofia. Ciò nonostante, impegnato nella ricerca di un fondamento interiore, e, dunque, soggettivo, della certezza, egli rivela aspetti di grande modernità.

da Il Tabernacolo delle Luci

Sappi che la luce della visione esteriore è contrassegnata da diverse imperfezioni: vede gli altri, ma non vede se stessa; non vede ciò che è troppo lontano da essa; non vede ciò che si trova dietro un velo; vede l’esterno delle cose, ma non il loro interno; vede alcuni esseri e non tutti gli esseri; vede ciò che è limitato e non vede ciò che è illimitato; nell’atto stesso della percezione visiva spesso si inganna, credendo piccolo ciò che è grande, vicino ciò che è lontano, crede in movimento ciò che è immobile o viceversa.